Foliage e colori autunnali: le mie fughe in Europa

Arriva l’autunno e con sé porta un’aurea di magia e voglia di lentezza.

La calura dell’estate ormai è un ricordo lontano, i bikini hanno ritrovato il posto nei cassetti, l’immagine dei tramonti in spiaggia sono ancora vivi nella nostra mente ma le prime piogge sono un piacevole alibi per starsene qualche ora in più in casa, con un leggero plaid sulle gambe e magari un buon libro o un tè caldo tra le mani.

A settembre nell’emisfero nord del mondo la Natura comincia una lenta trasformazione che ne accende i colori più strabilianti.

In questo periodo, alcuni luoghi raggiungono l’apice della propria bellezza, luoghi in cui gli aceri, gli storaci e le betulle si tingono di rosso rubino, arancio e giallo ocra, nelle tonalità più intense, dando inizio a quel malinconico spettacolo che è il foliage.

Trovo che non ci sia nulla di più bello di girovagare lungo viali dorati accompagnati dal suono croccante delle foglie per svuotare la testa dai mille pensieri della giornata e ricordarci che viviamo in un mondo che ci circonda di bellezza, sempre.

Basta aprire gli occhi e notarlo.

Fino a qualche tempo fa non ho mai considerato l’autunno come un periodo di partenze, un po’ perché l’estate è finita da poco e l’inverno è ancora lontano per pensare ad una fuga al caldo e un po’ perché l’ho sempre vissuto come il momento in cui dovevo concentrarmi di nuovo sullo studio o sul lavoro.

Fino a quando alcuni viaggi fortuiti mi hanno insegnato che l’autunno invece è una stagione generosa.

Nei colori, nei profumi e nelle sensazioni.

Nel donare poesia.

.

Foliage e colori autunnali in Svizzera

Ho riscoperto la bellezza dell’autunno proprio durante i miei primi pellegrinaggi in Svizzera.

Ginevra foliage

L’autunno è il periodo perfetto per lunghe camminate montane: i trail sono liberi dalla calca estiva e i pendii sono ricoperti da colori sganciarti.

Lo Chemin du Gruyère, un trail di 11 chilometri che collega il piccolo borgo di Charmey a Gruyères, lungo ponti in legno e gallerie nella roccia, attraversa la selvaggia gola di Jaunbach, tra pareti calcaree, marmitte glaciali e laghi alpini, è uno di questi.

Gruyeres

Ammirare il lago Lemano dalle terrazze di Lavaux quando le foglie dei vitigni indorano interi pendii è un altro modo, sicuramente meno faticoso e forse un po’ piu romantico, di godere di uno dei panorami autunnali piu belli di questa zona.

Lavaux autunno

.

Foliage e colori autunnali ai Cotswolds

Cottage di pietra color miele, stradine acciottolate, muretti a secco, frotte di timidi fagiani e miliardi di pecore al pascolo sono solo alcuni degli elementi che rendono i Cotswolds la quintessenza della campagna inglese.

In questo periodo il Westonbirt Arboretum espode in tutta la gloria dell’autunno, la folla dei turisti si è dissolta e i paesini si riappropriano di quell’atmosfera placida e sonnolenta che gli restituisce la giusta autenticità.

blenheim palace

cotswolds

highclere park

E non importa se fa buio presto o potrebbe piovere, anzi: da queste parti cercare ristoro in un vecchio pub dalle mura in pietra o una tea room che serve scone con crema e marmellata dovrebbe essere uno degli scopi del viaggio.

.

Foliage e colori autunnali a Monaco di Baviera

La Baviera, coi suoi castelli fiabeschi e storiche città termali, è fra i luoghi più belli per immergersi nei colori dell’autunno in Europa e nell’allegra atmosfera dei vari festival che hanno luogo in tutta la regione.

L’Oktoberfest infatti non è l’unico buon motivo per un weekend a Monaco in autunno, anzi, se l’intenzione è quella di godersi la città in una veste più intima e romantica è meglio aspettare che i festeggiamenti finiscano.

Sì, ho detto romantica: Monaco è disseminata di parchi e viali alberati che si tingono dei colori più caldi della stagione regalandole un’atmosfera accogliente e rilassata.

Basta fare una passeggiata lungo il fiume Isar o addentrarsi nell’Englischer Garten  per vivere la sensazione di immergersi in una tavolozza multicolore.

Monaco di Baviera

Monaco foliage

Francesca

Francesca

Amante del caffè in tutte le sue forme, l'importante è che sia rigorosamente senza zucchero. Expat seriale. Innamorata del mondo in ogni sua sfumatura e latitudine, ha perso il cuore in Africa, ma finisce col cercarlo sempre in altri posti. Ne parla poco, ma ha un debole per Londra e il Medioriente.

RELATED ARTICLES

Pennan, Crovie e Gardenstown: la Scozia in cui il tempo si è fermato

Pennan, Crovie e Gardenstown: la Scozia in cui il tempo si è fermato

Che sia l’Abeernshire la zona che più mi è piaciuta dei miei recenti pellegrinaggi in Scozia ormai non è p

READ MORE
Brixton e un piatto di banane fritte

Brixton e un piatto di banane fritte

Brixton è una zona di Londra che mi ha sempre attirato come una calamita ma dove, durante il periodo della mia per

READ MORE

8 thoughts on “Foliage e colori autunnali: le mie fughe in Europa

  1. Adoro i colori autunnali. Questa bellissima carrellata di foto mi ha fatto venire voglia di prendere una bicicletta e attraversare un parco in riva al lago, pedalando sulle foglie color ruggine e respirando l’aria fresca di ottobre. Sono appena passata dalla Svizzera e devo ammettere che non avevo mai visto colori così belli, paesaggi tinti di verde, rosso, giallo-oro. Si parla tanto del foliage americano, ma l’abbiamo anche in Europa ed è splendido 🙂

    1. Come ho scritto è proprio qui in Svizzera che ho iniziato a notare la bellezza di questa stagione ed ogni anno non resisto alla voglia di uscire a fare foto! Da quali parti sei passata qui in Svizzera?
      Il foliage in America deve essere bellissimo ma anche qui in Europa non scherza, poi vuoi mettere le nostre atmosfere?

  2. Adoro viaggiare in autunno proprio per questi colori spettacolari. Ricordo un foliage eccezionale nei parchi di Londra, due anni fa, e in quelli di Dublino. Mi piacerebbe tantissimo vivere questo periodo in Finlandia, deve essere meraviglioso!

    1. Non vorrei esagerare, ma secondo me il periodo migliore per viaggiare in nord Europa è proprio l’autunno – tranne in rari casi come l’Islanda, dove la vegetazione è praticamente inesistente – tanto il tempo di cacca lo puoi trovare anche ad agosto, tanto vale che ti godi i colori del foliage, no? La Finlandia deve essere spettacolare.. adesso mi hai messo il pallino!

    1. Ci credo.. Immagino che l’autunno in Scozia debba essere fantastico! L’anno scorso a novembre io ero in Inghilterra e ricordo che alcuni scorci erano completamente dorati, sembravano quasi irreali 🙂

    1. Io ancora non sono riuscita ad andare a Lucerna, ma ci penso praticamente da quando mi sono trasferita a Ginevra, però, non è così vicina da andarci in giornata e, quindi, passa sempre in secondo piano. Basilea, invece, l’ho sfiorata: ci sono stata per il Fantasy Basel ma non ho visitato la città, però ho letto dei post a riguardo e sembra davvero carina.


Dimmi la tua!