LOVELY BLOG AWARD

Lovely Blog Award

Ok, Elisa di TripVillage ha deciso di straviziarmi riconoscendo a Senza Zucchero un secondo award, quello del Lovely Blog. E non è la sola: con lei, infatti, c’è anche Martina di Martinaway, un blog che ho scoperto da poco e che apprezzo molto, e per i contenuti e per la grafica.

“Il Lovely Blog Award è un riconoscimento dato da blogger a blogger, un modo carino e dolce per apprezzare in maniera esplicita un lovely blog e il lavoro di chi lo cura.” Martina.

[su_note note_color=”#d5d8d7″]Le regole del premio sono:

• rispondere alle domande poste da chi ti ha nominata

• nominare altri 10 blog che secondo te meritano questo riconoscimento

• informare i nominati del presente post [/su_note]

1. Com’è cambiata la tua vita col blog?

Ho aggiunto un impegno al tempo libero che non ho: curare un blog richiede tantissima dedizione, molta pazienza ed una mente libera e riposata, altrimenti puoi avere in cantiere le idee migliori del mondo, ma esse non vedranno mai la luce o la vedranno con risultati pessimi. A parte questo, il blog ha dato forma ad un’idea che avevo in mente da un po’, facendomi scoprire col tempo un mondo di scambi ed interazioni tra blogger e amanti di viaggi, tanti piccoli mondi paralleli che esistono e coesistono per un’unica passione. E questa per me è la cosa più bella arrivata tramite la mia piccola creatura.

2. Descriviti con un solo aggettivo.

Lunatica. Ho due gemelli sempre in lotta dentro di me.

3. Quale stato d’animo ti rappresenta meglio?

Solitamente le persone mi dicono che trasmetto tranquillità. Ma quello che non sanno è che, anche quando appaio serafica, la mia mente sta progettando una rivoluzione..

4. Trovi più seducente l’intelligenza o l’attrazione fisica?

Trovo molto attraente la testa, anche nella sua fisicità. Poi se sei pure carino, parti avvantaggiato.

5. Il tuo motto è:

Non ho un motto in particolari. Ma sono convinta di una cosa: il cerchio si chiude sempre. Anche dopo anni, ma nulla rimane in sospeso per sempre.

6. Quanti libri leggi in un anno?

Pochi. Adoro leggere, ma non riesco ad essere costante. Leggo molto in aeroporto, soprattutto se sono da sola: quando vado a Ginevra, solitamente compro un libro a Fiumicino e lo finisco tra andata e ritorno.

7. Difetto/pregio.

Flessibilità e testardaggine – due facce della stessa medaglia – dipende dall’argomento e dalla situazione.

8. Musica/strumento preferito.

Faccio prima a dire quella che non mi piace: latino-americana. Mi piacciono, invece, le percussioni in genere e il sound afro-tribale.

9. Esiste l’amicizia virtuale?

Certo che si, ho visto rapporti nascere on-line che si sono trasformati in qualcosa che va ben oltre l’amicizia. Ma, per crescere, bisogna necessariamente andare al di la dello schermo del pc.

10. Quanto trovi stupide/carine queste piccole attenzioni come un pensiero award?

Le trovo molto carine. Per un blogger la più grande soddisfazione è l’interazione e il riscontro positivo dai propri lettori: l’award è una vera e propria dichiarazione d’affetto da una persona che ti segue, che peraltro è egli stesso blogger.

Adesso dovrei nominare altri 10 blogger, ma preferisco passare il testimone a tutti quelli che si sono imbarcati in questa avventura per passione, che curano il proprio blog con dedizione e personalità e che sono sopravvissuti ai primi 3 mesi critici, nonostante la difficoltà nel conciliare i vari impegni e, a volte, di trovare l’ispirazione. Lo dedico a te che mi stai leggendo in questo momento, perché se Senza Zucchero mi da dalle soddisfazioni è esclusivamente merito tuo.


4 thoughts on “Lovely Blog Award

    1. Ricordo la fatica di terminare il primo post, per poi essere ignorato per mesi. Un impegno che avevo sottovalutato al momento della creazione del blog. Che brutta sorpresa!
      Grazie ancora e complimenti a te, ma già sai cosa penso del tuo blog!

  1. Esatto! Come me.. anche io ho aperto il blog in un momento critico e quindi ho aggiunto anche l’ansia di pubblicare qualcosa a tutto il resto “perché se non pubblico cosa ho aperto il blog da fare??” -.-‘

    1. Stesso pensiero: il desiderio di essere più “produttiva” e il sentirsi quasi in colpa se non si scrive spesso.
      Ma non riesco a dedicarmi ad una cosa alla volta.. Però quanta soddisfazione alla fine della corsa? Dai forza, il semplice concetto di multitasking ci fa un baffo!


Dimmi la tua!