I castelli più belli della Svizzera [visitabili in giornata da Ginevra]

Nonostante la reputazione attuale di Paese pacifico e neutrale, la Svizzera è costellata da castelli che testimoniano la storia di un passato travagliato, dominato da guerre e rivalità. Oggi questi edifici rappresentano probabilmente la parte più ricca ed interessante dell’intero patrimonio storico-culturale della Confederazione, nonché una validissima scusa per organizzare una gita fuori porta da Ginevra.

Alcuni dei castelli più belli della Svizzera si trovano, infatti, ad una distanza ragionevole dalla città di Calvino, il che permette di visitarli in giornata.

I castelli più belli della Svizzera visitabili in giornata da Ginevra:

.

Chillon

Chillon non è noto solo come il più bello tra i castelli della Svizzera, ma è anche il sito storico più visitato di tutto il Paese. Accoccolato su un affioramento roccioso sul versante orientale del Lago di Ginevra, il Castello di Chillon gode di una posizione privilegiata: le acque cristalline del lago e le vette innevate delle Alpi a far da sfondo, rendono il quadro d’insieme praticamente perfetto. Nelle sue prigioni sotterranee Lord Byron ambientò il poema “Il prigioniero di Chillon”.

Chillon

Leggi anche: Chillon: un castello che è una fiaba

.

Oberhofen

La guglia del Castello di Oberhofen, il cui rivestimento è così lucido da sembrare fatto di squame di serpente, spicca solitaria e trionfante sulle rive del Lago di Thun, nel cantone di Berna. Il castello, con il suo mastio imponente, i battenti zebrati, la torretta sul lago e i suoi ampi e silenziosi giardini all’inglese, merita una visita anche all’interno, soprattutto per la cappella largamente decorata con affreschi risalenti al XV secolo.

Oberhofen

Leggi anche: Ok annotato. Ci si torna più in la 

.

Aigle

Posizionato nel cuore dello Chablais vodese, racchiuso in uno stupendo scrigno di vigne, il Castello di Aigle fu costruito dalla famiglia de Saillon per i Savoia, ma i Bernesi se ne impossessarono nel 1475 conferendogli l’aspetto attuale. Dall’indipendenza vodese nel 1798, il castello fu utilizzato come ospedale, prigione e tribunale, mentre dal 1971 ospita il Museo vodese della vigna, del vino e dell’etichetta, con lo scopo di protegge il patrimonio vinicolo vodese e raccontare la cultura vinicola locale e dei paesi vicini. Infatti, una vasta collezione di etichette dagli inizi del XIX secolo al 1960 racconta quest’arte in 52 paesi diversi.

.

Gruyères

Una passeggiata lungo le imponenti mura del Castello di Gruyères e scoprire scorci panoramici che abbracciano maestose vette alpine e graziose chiesette dalle guglie appuntite, è sicuramente  il modo migliore per prepararsi ad un pranzo a base di fonduta e creme double. All’interno del castello, risalente al XIII secolo, si possono ammirare, tra le altre cose, i dipinti e gli affreschi di alcuni artisti che, a partire dal 1850, soggiornarono abitualmente nel castello, come Jean Baptiste-Camille Corot, e alcune armature appartenute ai cavalieri dell’Ordine del Toson d’oro.

Gruyeres

Leggi anche: Gruyères, tra museo, fondue e meringhe

Leggi anche: 2 buoni motivi per andare a Gruyères

.

Tourbillon

Il Castello di Tourbillon troneggia dall’alto del suo sperone roccioso sulla città di Sion, regalando una visione di grande impatto anche in lontananza. La salita al castello si snoda lungo un ripido sentiero che costeggia la collina: è abbastanza lunga ed ardua ma, una volta raggiunta la cima, il panorama circostante fa dimenticare tutti gli sforzi fatti. Il castello fu costruito come residenza per il Vescovo di Sion nel XIII secolo e nel 1788 una buona parte andò distrutta a causa di un incendio: nonostante questo, all’interno, nella grande torre – tutto ciò che rimane del torrione – si riconosce l’appartamento del vescovo. Le pitture murali della cappella costituiscono una testimonianza importante del periodo medievale nelle regioni alpine.

 

Leggi anche: In Pictures: Sion

Francesca

Francesca

Amante del caffè in tutte le sue forme, l'importante è che sia rigorosamente senza zucchero. Expat seriale. Innamorata del mondo in ogni sua sfumatura e latitudine, ha perso il cuore in Africa, ma finisce col cercarlo sempre in altri posti. Ne parla poco, ma ha un debole per Londra e il Medioriente.

RELATED ARTICLES

Dove cenare a Ginevra: ti consiglio 3 indirizzi
I musei di Ginevra: dal world wide web all’orologeria

7 thoughts on “I castelli più belli della Svizzera [visitabili in giornata da Ginevra]

  1. Ma quanto sono belli i primi due? Super magici, una atmosfera incantata! Anche gli altri mi piacciono molto. Quello che manca qui intorno sono proprio i castelli, a parte quello di Bracciano si, ma intendo quelli dall’atmosfera onirica… adoro il resto d’Europa per questa presenza massiccia di castelli antichi, foreste e specchi d’acqua ! ?

    1. Il primo è il mio preferito in assoluto! In effetti in Italia, almeno al centro sud, i castelli che ci sono non hanno quella architettura fiabesca che li rende cosi magici. Sogno di vedere dal vivo il Castello di Neuschwanstein un giorno: penso che sia il top del top in fatto di castelli. Un bacio!

  2. Cara Francesca, tu mi stai facendo scoprire la Svizzera e mi insegni ad amare ogni suo angolo, anche se ancora mi manca tanto da vedere. Mi piace come ne parli, come ci porti nei suoi castelli e nelle sue città. Spero un giorno di avere l’occasione di visitare uno di questi luoghi con te come guida!

    1. Grazie Ilenia, ne sono davvero felice, anzi a volte penso che dovrei scriverne un po’ spesso. farti da guida per me sarebbe un vero piacere, quindi se un giorno deciderai di fare un giro da queste parti, ti prego avvisami, ok? Un bacio!

  3. Ciao Francesca! Anch’io vivo in Svizzera da qualche anno e ho ho avuto modo di girarla un po’ ma non conoscevo il castello di Oberhofen. Sai dirmi se è sempre aperto, anche la domenica, per esempio?
    Grazie e un saluto,
    Chiara

    1. Ciao Chiara, piacere di conoscerti! Al link sotto al paragrafo trovi tutti le informazioni necessarie per visitare il castello di Oberhofen, ma inizio col dirti che è meglio andarci a fine marzo: in zona molte attrazioni chiudono d’inverno, purtroppo. In quale zona della Svizzera vivi?


Leave a Reply