Sfarzo e tradizione: le 10 attrazioni migliori per scoprire Dubai

Ci sono poche città al mondo che provocano una reazione chiara e definita sin da subito come Dubai.

Con la sua architettura audace, uno skyline spettacolare, spiagge chilometriche baciate dal sole tutto l’anno, locali alla moda, ristoranti stellati, infinite possibilità di shopping, una scena culturale sempre in fermento e una tendenza a battere ogni record del mondo: se c’è una cosa certa è che Dubai non conosce indifferenza, nel bene o nel male.

Ma ci sono altre due cose altrettanto sicure.

La prima. Sempre più persone scelgono Dubai come meta per le vacanze invernali, tant’è che gli investimenti dell’Emirato sono sempre più focalizzati sul turismo e meno sul petrolio. In base alla Top 100 City Destinations Ranking di Euromonitor, nel 2017 Dubai è stata la sesta città più visitata al mondo, superando Parigi e New York, con circa 15 milioni di arrivi.

La seconda. L’aeroporto di Dubai è il più grande ed importante scalo del Medioriente, nonché quello con più transiti internazionali in assoluto: ciò vuol dire che, volente o nolente, prima o poi, capita a tutti di mettere piede a Dubai.

Ti ho già raccontato di come per me Dubai può essere vissuta nel modo più vicino alle nostre aspettative e alla nostra personalità, di come sia facile scoprire un volto più autentico e vero di una città che ha fatto del lusso e degli eccessi il suo biglietto da visita e di quanto sia riuscita a trovarne un senso, molto di più di quanto non abbia fatto con Las Vegas, alla quale spesso viene associata.

Questo è un condensato delle 10 attrazioni migliori, che mostrano la Dubai sfarzosa e moderna insieme a quella più tradizionale.

.

Burj Khalifa

Non è un caso se il Burj Khalifa è al primo posto della mia classica delle 10 attrazioni migliori per scoprire Dubai visto che stiamo parlando del grattacielo più alto al mondo. Tecnologia e design si sviluppano su ben 828 metri, ma l’unicità di questa costruzione non è solo una questione di altezza, il Burj Khalifa è visibile da 95 km di distanza ed è l’edificio con il maggior numero di piani, il punto di osservazione più alto e con l’ascensore più veloce.

Il momento migliore per salirvi è il tramonto, sia per la vista che abbraccia interamente questa metropoli nel deserto, che per assistere allo spettacolo delle fontane danzanti da 555 metri di altezza.

Dubai Fountain

E’ impossibile non associarla alle fontane del Bellagio di Las Vegas, infatti gli ideatori sono gli stessi, ma la Dubai Fountain, con i suoi getti che raggiungono anche i 140 metri di altezza, è – ovviamente – la più grande fontana danzante del mondo.

La Dubai Fountain si trova all’esterno del Dubai Mall e ai piedi del Burj Khalifa: ogni sera dalle 18:00 ha inizio uno spettacolo di suoni e luci, che si ripete ogni mezz’ora fino alle 23.

Dubai Mall

Il Dubai Mall, col suo milione di metri quadrati è la meta per lo shopping, l’intrattenimento e il divertimento più grande del mondo.

Oltre ai 1200 negozi, ospita un enorme acquario ed l’Underwater Zoo, nel quale sono stati ricreati diversi habitat naturali; la ricostruzione di un souq tradizionale; parchi a tema per adulti e bambini, come Sega Republic, il quale vanta oltre 200 giochi di intrattenimento della famosa casa di videogames e 9 attrazioni, tra cui montagne russe indoor e cinema 3D, e la pista di pattinaggio su ghiaccio Dubai Ice Rink.

Burj al Arab

Più del Burj Khalifa e di qualsiasi altra costruzione da record, è il Burj al Arab il simbolo indiscusso di Dubai.

L’edificio a forma di vela, costruito su un’isola artificiale triangolare collegata alla terraferma da un ponte di 280 metri, è noto per essere l’hotel più lussuoso al mondo. Sfortunatamente è «accessibile» solo agli ospiti e il costo di una cena o di un drink allo Skyview Bar sono il linea con le 7 stelle dell’hotel: l’unica cosa alla portata di tutti è scattargli una bella foto da Jumeirah Beach.

Palm Jumeirah

Palm Jumeirah, che dall’alto appare come un’enorme palma stilizzata, è la più grande isola artificiale al mondo nonché solo il primo progetto di sviluppo residenziale e commerciale di questo tipo a Dubai. Accanto ad essa, infatti, sono state costruite altre opere del genere, come The World Islands, Palm Jebel Ali e Palm Deira. All’apice della chioma del Palm Jumeirah, raggiungibile a bordo di un tram monorotaia, si trovano l’imponente Atlantis Resort e l’Aquaventure Waterpark.

Kite Beach Dubai

Situata a destra del Burj al Arab, la Kite Beach è, come suggerisce il nome, una delle spiagge migliori di Dubai per il kite, il surf e tante altre attività. Sul posto sono presenti diversi operatori presso i quali è possibile noleggiare il necessario per cimentarsi nei vari sport acquatici, ma si tratta comunque di una spiaggia ad accesso gratuito, meno attrezzata e un po’ più selvaggia rispetto alle altre, dove regna un’atmosfera meno kitch e decisamente più rilassata.

Bastakia

Bastakia, posizionata tra il Dubai Creek e il quartiere storico di Bur Dubai, fu costruita a fine del XIX secolo da alcuni commercianti di perle e tessuti provenienti da Bastak, una città del sud dell’Iran. Bastakia oggi si presenta come un piccolo labirinto di vicoli pedonali costeggiati da torri del vento, le quali ospitano gallerie d’arte e cafè e che, purtroppo, sono solo una ricostruzione fedele delle originali.

Dubai Creek

Come la maggioranza dei centri abitati più antichi, anche Dubai è nata in prossimità di un corso d’acqua, il Creek, al quale l’Emirato deve anche il suo sviluppo economico. Grazie alla pescosità delle sue acque e all’essere una via privilegiata per le imbarcazioni dirette in Africa e Asia, il Creek ha, infatti, attirato sempre più coloni e mercanti.

Un giro in abra, l’imbarcazione tradizionale in legno che per centinaia di anni è stata il principale mezzo di trasporto degli abitanti della città, possible al costo di un dirham, è un’esperienza che consiglio a tutti, quanto una passeggiata lungo la sponda sinistra del Creek: entrambi regalano la visione di una Dubai inedita, lontana anni luci della sfarzo e dal lusso al quale ci ha abituati.

Dubai

Deira

Deira è uno dei quartieri storici di Dubai, nonché quello che ho amato più di tutti. L’attrazione principale di quest’area sono i souq, tra cui quello dell’oro e delle spezie, ma è anche il posto migliore per vagabondare senza meta e per immergersi nella caleidoscopica mescolanza culturale che si può respirare camminando lungo le sue strade.

Lungo la Corniche Road, vicino al souq dell’oro e al tunnel Al Shindaga, si trova il mercato del pesce, noto tra i locali come Deira Fish Market. Secondo me merita una visita, anche solo per il fatto di essere un po’ al di fuori dei classici circuiti turistici, offrendo la possibilità di apprezzare la vera vita di Dubai, al di là dei resort di lusso e delle spiagge private.

Safari nel deserto

Poco distante dai grattacieli futuristici e dal lusso sfrenato, si estende l’elemento naturale che più caratterizza questa parte di mondo: il deserto. Le attività proposte sono innumerevoli, dal dune bashing in 4×4 al sand boarding, dal giro in cammello alla corsa in quad, da un semplice un tè alla menta al tramonto alla cena a lume di candela.

Post in collaborazione con Musement.

Francesca

Francesca

Amante del caffè in tutte le sue forme, l'importante è che sia rigorosamente senza zucchero. Expat seriale. Innamorata del mondo in ogni sua sfumatura e latitudine, ha perso il cuore in Africa, ma finisce col cercarlo sempre in altri posti. Ne parla poco, ma ha un debole per Londra e il Medioriente.

RELATED ARTICLES

Storie di sogni e di piccoli guerrieri
La guida completa per un viaggio indipendente in Oman

Dimmi la tua!