Senza Zucchero Travel si è rinnovato!

Senza Zucchero storie di viaggi e caffeina

Nell’ultimo mese ho messo da parte la scrittura, ma non perché abbia smesso di dedicarmi al blog, anzi: ho passato le ultime settimane a lavorarci intensamente – tra esaltazione e disperazione, dando anche qualche capocciata al muro – per avere un nuovo spazio sul web e una nuova veste.

Da oggi, quindi, Senza Zucchero è un sito self-hosted con una nuova grafica e nuove potenzialità, che danno libero sfogo alla mia creatività.

Queste settimane, inoltre, sono stata in grande compagnia: amici e parenti si sono susseguiti qui a casa nostra e con loro ho scoperto nuovi angoli di‎ Ginevra‬, una città con la quale sto facendo amicizia piano piano. [Arriveranno presto, quindi, nuovi post con tante foto!]

Non vi nascondo che, nonostante la diffidenza iniziale e una lingua che non mi ha mai fatto impazzire, più la conosco e più mi piace.. Il segreto sta un po’ anche nello smettere di paragonarla alla mia città del cuore, Londra, e avere tanta curiosità.. E per capirla un po’ di più, da lunedì inizierò il corso di francese (avrei preferito il farsi o il cinese.. ma me tocca il francese, che devo fa? 😉 )..

Tornando al blog, potete scoprire il risultato sempre su senzazuccherotravel.com. C’è ancora qualcosina da migliorare, ma spero vi piaccia quasi quanto piace a me!

Francesca

Francesca

Amante del caffè in tutte le sue forme, l'importante è che sia rigorosamente senza zucchero. Expat seriale. Innamorata del mondo in ogni sua sfumatura e latitudine, ha perso il cuore in Africa, ma finisce col cercarlo sempre in altri posti. Ne parla poco, ma ha un debole per Londra e il Medioriente.

RELATED ARTICLES

La libertà di darsi delle regole
2016 caffè senza zucchero

2016 caffè senza zucchero

Ci risiamo. E’ arrivato quel periodo i cui mi ritrovo a casa, quella con la c maiuscola, quella in cui –

READ MORE

20 thoughts on “Senza Zucchero Travel si è rinnovato!

    1. Grazie Martina, ma ne ho fatti anch’io, come no.. e sono sicura che continuerò a farne. L’importante è recuperare dopo.. 😀
      Mi permetto di darti un suggerimento: se hai in mente di fare il passaggio, fallo al più presto. Io ho dovuto riadattare tutte – TUTTE – le foto.. fortunatamente non sono migliaia.. 😉


Dimmi la tua!