I musei di Ginevra: c’è qualcosa di gratuito anche nella città di Calvino!

Con l’arrivo del primo caldo Ginevra si presenta nella sua veste migliore: la distinzione tra giorni feriali e festivi quasi sparisce ed i parchi ospitano pic-nic, barbeque e cinema all’aperto, le terrazze dei cafè servono costantemente apero dalle 6 del pomeriggio fino a tarda sera e vari festival animano le strade con musica ed eventi vari.

D’inverno, invece, una visita al museo è probabilmente una delle – purtroppo poche – valide alternative durante le lunghe domeniche che sembrano non passare mai, quando buona parte delle attività commerciali in città sono chiuse.

Se c’è una cosa che di certo non manca a Ginevra sono, infatti, proprio musei e gallerie d’arte.

Se ne contano all’incirca una quarantina, 21 in soli 2.5 chilometri quadrati, tra il centro storico e il quartiere artistico per antonomasia, Quartier des Bains.

La scelta è davvero varia: si va dalle più classiche collezioni d’arte alla storia della Riforma e a quella di alcune organizzazioni internazionali; dalla fotografia agli orologi e alle marionette.

L’aspetto che apprezzo più di tutti è indubbiamente la gratuità dei musei principali – argomento di questo post – e il fatto che anche una buona parte delle gallerie private e delle altre collezioni lo sono ogni prima domenica del mese: già solo questo è un buon motivo per sfidare il gelo ginevrino ed abbandonare il divano per qualche ora la domenica pomeriggio. Poi magari si finisce con lo scoprire un genio artistico del tutto inaspettato..

.

I musei gratuiti di Ginevra:

 MAH – Musée d’art et d’histoire

Inaugurato nel 1910, il Museo di Arte e di Storia è uno dei tre musei più grandi della Confederazione.

I 650 mila pezzi esposti sono il risultato del contributo di fondi regionali, donazioni di collezionisti e fondazioni e sono organizzati in tre diverse ali: quella dedicata all’archeologia, con cimeli dell’Antico Egitto, dell’Antica Grecia e dell’Impero Romano; quella delle belli arti, che raccoglie opere dal Rinascimento in poi, con capolavori di Van Gogh e Renoir; quella delle arti applicate, che include mobilia, armi ed utensili di uso quotidiano nel Medioevo.

Sicuramente è uno dei miei preferiti, sia per la ricchezza e la bellezza delle varie collezioni – io sono una da arte classica – sia per la magnificenza del palazzo.

musei gratuiti a ginevra

musei gratuiti a ginevra

Rue Charles-Galland 2
Da Martedì alla Domenica: 11 am – 6 pm
Le esposizioni temporanee organizzate dal MAH vengono ospitate dal Museo Rath, a Place de Neuve.
Martedì alla Domenica: 10 am – 6 pm
secondo Mercoledì del mese: 11 am – 8 pm
Ingresso: 10/20  CHF in base alla mostra
Gratuito fino a 18 anni.
Gratuito per tutti ogni prima domenica del mese.

MAH – Maison Tavel

Nel cuore della Vieille-Ville si trova Maison Tavel, la più antica casa ginevrina, che sfortunatamente andò completamente distrutta a causa di un incendio nel 1334 per poi essere ricostruita completamente dalla famiglia Tavel, la quale le conferì l’aspetto di palazzetto fortificato che vediamo oggi.

Dal 1986 ospita il Museo della storia urbana e della vita quotidiana, mappe, plastici, mobili e oggetti vari, collocati nei sei piani dell’edificio, ricostruiscono il passato di Ginevra e dei suoi abitanti dal Medioevo al XIX secolo.

Imperdibili, secondo me, la ricostruzione video dell’evoluzione di Ginevra, da minuscolo villaggio lacustre a città cosmopolita, e il Rilievo Magnin che riproduce minuziosamente la Ginevra prima del 1850, anno in cui furono distrutte le fortificazioni attorno alla città.

Rue du Puits-Saint-Pierre 6
Da Martedì alla Domenica: 11 am – 6 pm
Ingresso: 5 CHF
Tariffa ridotta (pensionati, diversamente abili, studenti, chômeurs): 3 CHF.
Gratuito fino a 18 anni.
Gratuito per tutti ogni prima domenica del mese.

MHN – Muséum d’Histoire Naturelle

Il Museo di Storia Naturale ha un’area di esposizione di 8,000 metri quadri ed accoglie ogni anno 250,000 visitatori.

Le sue collezioni, suddivise su 4 piani, costituiscono un ampio archivio sulla biodiversità del mondo animale e minerale e spaziano dalla fauna regionale alla protezione ambientale. E’ un museo particolarmente adatto ai bambini i quali, oltre ad imparare tantissime cose sull’evoluzione della Terra e dell’Uomo, avranno modo di indossare i panni del paleontologo all’interno di un scenario digitale interattivo.

Route de Malagnou 1
Da Martedì alla Domenica: 10 am – 5 pm
Ingresso: 9 CHF
Tariffa ridotta (pensionati, diversamente abili, studenti, chômeurs): 6 CHF.
Gratuito fino a 18 anni.
Gratuito per tutti ogni prima domenica del mese.

MHN – Musée d’histoire des sciences

Questo museo è stato inaugurato nel 1964 e si trova all’interno della bellissima Villa Bartholoni a Parc de la Perle du Lac. La sua collezione è composta soprattutto da strumenti scientifici appartenuti a studiosi ginevrini del XVII e del XIX secolo, come Saussure, Pictet, de la Rive e Colladon.

Lo scopo della mostra permanente è quello di illustrare l’evoluzione di alcune discipline come l’astronomia, la microscopia e la meteorologia e stimolare il dibattito scientifico tra appassionati e professionisti, organizzando per esempio cafè scientifici, conferenze e la Nuit de la Science.

Parc de La Perle du Lac
Da Martedì alla Domenica: 10 am – 5 pm
Accesso alle esposizioni temporanee gratuito.

MEG – Musée d’ethnographie

Lo spazio espositivo permanente mostra solamente 1.000 degli 80.000 pezzi che compongono l’intera collezione del MEG, ma l’atmosfera suggestiva della sala e la bellezza di alcuni pezzi esposti (prova a non rimanere incantato davanti alle armature dei samurai..) rendono la visita a questo museo gradevole e soddisfacente.

L’esposizione racconta la storia dei 5 continenti attraverso iconografiche religiose, manoscritti antichi, abbigliamento e strumenti musicali.

musei gratuiti di Ginevra
musei gratuiti di Ginevra
Boulevard Carl-Vogt 65
Da Martedì alla Domenica: 11 am – 8 pm
Tariffe in base all’esposizione.
Il MEG offre un’agenda ricchissima di eventi – tra cui concerti, atelier, laboratori per adulti e bambini, anche nei weekend – molto spesso gratuiti: clicca qui per la lista completa.

CJB – Conservatoire et Jardin botaniques de la Ville de Genève

Proprio così, il giardino botanico viene considerato dalla Ville de Genève un museo a tutti gli effetti, alla stessa stregua di quelli elencati finora.

In fin dei conti questa bellissima oasi ospita una collezione vivente di ben 8 mila specie diverse di piante provenienti da tutto il mondo, nonché un erbario con ben 6 milioni di campioni e una biblioteca che con i suoi 120 mila volumi raccoglie quasi la totalità di quanto prodotto sinora in tema di botanica e tassonomia delle piante.

musei gratuiti a ginevra

musei gratuiti a ginevra

Ingresso gratuito durante tutto l’anno, incluse le tre serre tematiche (giardino d’inverno, serra tropicale e serra temperata).
Dal 30 ottobre al 27 maro: 8 am – 5 pm
Dal 28 marzo al 31 ottobre: 8 am – 7.30 pm
Dal 1 marzo al 25 ottobre, ogni giovedì vengono organizzate delle visite tematiche gratuite relative alle varie collezioni di questo museo vivente, condotte da un giardiniere del CJBG: per prendervi parte, basta trovarsi alle 2 pm davanti all’ingresso principale.
E’ possibile inoltre visitare il giardino seguendo 4 autoguide scaricabili sul proprio smartphone attraverso la lettura di un codice QR grazie all’applicazione gratuita izi.TRAVEL.
E’ possibile visitare la biblioteca prendendo parte alle visite guidate gratuite che vengono programmate solitamente con cadenza settimanale, da aprile a novembre. Richiesta iscrizione anticipata via filo +41 (0)22 418 51 00 o via email visites.cjb@ville-ge.ch.
L’accesso all’erbario invece è permesso diverse volte volte l’anno, sempre in occasione di visite di gruppo guidate.
Francesca

Francesca

Amante del caffè in tutte le sue forme, l'importante è che sia rigorosamente senza zucchero. Expat seriale. Innamorata del mondo in ogni sua sfumatura e latitudine, ha perso il cuore in Africa, ma finisce col cercarlo sempre in altri posti. Ne parla poco, ma ha un debole per Londra e il Medioriente.

RELATED ARTICLES

Borgogna, un ritorno tra abbazie e vigneti
Visitare Milano: una città in piena evoluzione

2 thoughts on “I musei di Ginevra: c’è qualcosa di gratuito anche nella città di Calvino!


Leave a Reply