Mangiare a Ginevra spendendo poco

“Mangiare a Ginevra spendendo poco è possibile?” è la domanda che tutti gli espatriati si fanno una volta arrivati in città.

O quantomeno è quello che si sta chiedendo qualche italiano in terra elvetica, considerato che capita sempre più spesso ultimamente che i motori di ricerca rispondano al quesito proponendo il mio blog e, poiché ogni volta immagino la delusione sul volto di questo caro lettore nel non trovare una proposta valida tra queste pagine, ho deciso di scrivere qualcosa in merito.

Non escludo altri post simili in futuro, ma al momento inizierò con tre posticini carini, davvero cheap (per gli standard ginevrini), che non propongono grandi menù ma che sicuramente si distinguono per qualche peculiarità.

Poi magari scopro che quel lettore era mio marito e allora pazienza, saprà dove portarmi a mangiare la prossima volta.

Les Recyclables

Questo posto mi è stato consigliato dalla mia insegnante di francese all’incirca un anno fa e ci torno volentieri ogni volta che capito a Plainpalais all’ora di pranzo: mi piace l’atmosfera, la gentilezza del personale e come si mangia.

E’ il luogo perfetto per gli amanti dei libri e del cibo biologico: Les Recyclables è, infatti, un caffè letterario vero e proprio, dove si trovano libri di seconda mano e vengono ospitati eventi culturali d’ogni genere, dai concerti alle mostre, dalle letture ai concorsi letterari.

Il menù proposto segue i principi dell’alimentazione sostenibile: i prodotti utilizzati sono regionali e stagionali e le ricette sono studiate in modo da offrire dei piatti nutrizionalmente bilanciati. Anche l’ambiente è eco-sostenibile, in quanto arredato con materiali di recupero.

Il menù del giorno, inoltre, include sempre un piatto vegetariano e uno gluten-free.

Menù speciale per bambini disponibile.

Mangiare a Ginevra spendendo poco
Mangiare a Ginevra spendendo poco

piatto del giorno a partire da 19-20 CHF

Chez ma cousine

E’ un ristorante semplice, sia nell’arredo che nel menù. Infatti, tutte le pietanze hanno come comune denominatore il pollo, rigorosamente di origine svizzera, ruspante e alimentato senza farine animali o alimenti geneticamente modificati.

Le 3 sedi presenti in città hanno come piatto di punta il mezzo pollo cotto allo spiedo, accompagnato da patate alla provenzale e insalata verde.

E’ possibile inoltre ordinare arrosto di maiale o di agnello o, semplicemente, diversi tipi di insalate, tra le quali – ovviamente – c’è la Ceaser Salad; altre, invece, si ispirano alle cucine indiana e thailandese ed altre ancora contengono prodotti tipicamente svizzeri, come la carne di capra e la groviera: ogni sede propone delle varianti al menù principale, così come adottano orari e politiche di prenotazione diverse.

Menù speciale per bambini disponibile.

Place du Bourg-de-Four, 6

Cucina no-stop dal lunedì al sabato, dalle 11 alle 23.30

Domenica: 11 – 22.30

Non accetta prenotazioni

Rue Lissignol, 5

Dal lunedì al venerdì: 11 – 15 / 17.45 – 23.30

Sabato: 11 – 23.30

Domenica chiuso

Possibile prenotare solo per la cena

Chemin du Pt-Saconnex, 2

Dal lunedi al venerdi: 11.45 – 14.30 / 17.45 – 22.30

Sabato e domenica: 11.45 – 22.30

Possibilità di prenotare sia a pranzo che a cena

1/2 pollo allo spiedo (patate e insalata) 15.40 CHF

Terrasse Le Paradis

Quando sui gradoni di Quai Turettini appaiono magicamente degli ombrelloni colorati, è il segno che l’estate è vicina.

La Terrasse Le Paradis è un locale temporaneo che apre ogni anno, da aprile a ottobre, lungo il Rodano, in uno dei punti più belli della città.

E’ impossibile non desiderare di fermarsi ogni volta che ci si passa davanti.

Non è di certo il posto per grandi abbuffate, ma è perfetto per un pranzo leggero o uno spuntino.

In tanti ci vanno per una pausa veloce o per leggere un libro mentre sorseggiano un the o un caffè, comodamente seduti sulle sdraio a godersi il sole, ma il menù offre una discreta scelta di piatti freddi, tra cui insalate e panini: il piatto forte però è il taboulè della casa, che può essere di verdure o con carne. Le coppe gelato e le macedonie di frutta, invece, costano un po’, ma il prezzo è proporzionato alla dimensione.

Non viene servito alcool. 

Mangiare a Ginevra spendendo poco
Mangiare a Ginevra spendendo poco

taboulè di verdure (+bibita e caffè) 21.50 CHF

Francesca

Francesca

Amante del caffè in tutte le sue forme, l'importante è che sia rigorosamente senza zucchero. Expat seriale. Innamorata del mondo in ogni sua sfumatura e latitudine, ha perso il cuore in Africa, ma finisce col cercarlo sempre in altri posti. Ne parla poco, ma ha un debole per Londra e il Medioriente.

RELATED ARTICLES

Vienna: 5 esperienze per un weekend speciale
Lavaux, una terrazza sospesa nel blu

Dimmi la tua!