In Pictures: Castle Combe

And Castle Combe presents this charming scene,
of hill, woods and meadows cloth’d in green.
Here grand terrestrial scenes, almost celestial nice,
makes Castle Combe, sweet vale, an earthy Paradise.
 .
                                                                   Edward Dowling

 

 

 

Ho iniziato a sognare di andare a Castle Combe nel momento in cui ho visto la prima foto su Instagram.

Castle Combe è spesso chiamato il paesino più bello d’Inghilterra ed il motivo è sfacciatamente evidente. Da qualche parte ho letto che si sia autoproclamato tale, ma in fin dei conti la falsa modestia lascia sempre il tempo che trova.

Ho barattato un giro nei Cotswolds con un weekend lungo a Londra e inizialmente mi è costata una gran fatica, ma una volta arrivata la sensazione è stata quella di essere appena scesa dalla macchina del tempo ed aver compiuto magicamente un volo a ritroso, in un’Inghilterra verace ed autentica, capace di farmi capitolare immediatamente ai sui piedi.

Castle Combe Cotswolds

cotswolds

cotswolds

Castle Combe Cotswolds

Castle Combe Cotswolds

Ogni cottage o altro edificio di Castle Combe sembra uscito fuori da una cartolina d’altri tempi, un fermo immagine vecchio di almeno 5 secoli. Un’attentissima politica di conservazione ha fatto sì che non esistano antenne TV o pali del telegrafo: Castle Combe appare oggi come era esattamente nel 15° secolo ed è facile intuire come mai questo paesino sia stato scelto per girare film come Dr. Dolittle, War HorseStardust e serie televisive tra cui Downton Abbey.

Ma le radici di Castle Combe affondano in un’epoca più antica.

Originariamente Castle Combe era semplicemente un forte britannico, il quale venne occupato dai Romani a causa della vicinanza alla Fosse Way, una strada romana che collegava Exeter, nel Devon, con Lincoln, nelle Midlands Orientali, passando per Ilchester, Bath, Cirencester e Leicester, costituendo così una sorta di primaria linea di confine del dominio romano della Britannia.

Dopo i Romani, quello che all’epoca era conosciuto come Castle Hill fu conquistato dai Sassoni e, durante i tre secoli di pace che ne seguirono, il forte si trasformò in un vero e proprio villaggio, fino a divenire nel Medioevo un importante centro per il commercio della lana di produzione locale: gli antichi cottage dei tessitori sono tuttora raggruppati attorno al ponte sul quale transitavano i cavalli da soma, mentre purtroppo non vi è più traccia delle decine di mulini che sorgevano lungo le rive del fiume.

Castle Combe Cotswolds

cotswolds

cotswolds

cotswolds

Nonostante abbia conservato il nome, a Castle Combe oggi non esiste più castello, ma al suo posto sorge una favolosa manor house del 14° secolo. E poi si incontrano la chiesa di Saint Andrews, con il caratteristico giardinetto costellato da lapidi disordinate, la Market Cross, centro nevralgico degli affari dell’antica Castle Hill, e schiere di cottage in pietra che si srotolano lungo giusto un paio di strade.

E niente più.

Si fa per dire.

Francesca

Francesca

Amante del caffè in tutte le sue forme, l'importante è che sia rigorosamente senza zucchero. Expat seriale. Innamorata del mondo in ogni sua sfumatura e latitudine, ha perso il cuore in Africa, ma finisce col cercarlo sempre in altri posti. Ne parla poco, ma ha un debole per Londra e il Medioriente.

RELATED ARTICLES

Call The Midwife: un viaggio nella Londra anni ’50
Tra castelli e mare: in viaggio da Dundee ad Aberdeen

12 thoughts on “In Pictures: Castle Combe

    1. EEEhh Ale, come ti ci vedo bene a girare per la campagna inglese a caccia di paesini incantati.. non strasicura che staresti tutto il tempo così, con gli occhi a cuore!

  1. Sono anni che punto Castle Combe e un giro per le cotswolds, purtroppo non avendo la possibilità di noleggiare macchine ovunque per l’assenza di carte di credito non possiamo ancora regalarci questo immenso piacere.
    Ma è bellissimo vedere le tue foto e leggere di questo paesino incantato che mi fa innamorare ogni volta che lo vedo. ❤️

    1. lo so tesoro, purtroppo la carta di credito è indispensabile nella maggior parte dei casi. Però Castle Combe sta lì ad aspettarti insieme a tutti gli altri paesini meravigliosi dei Cotswolds: sono sicura che li raggiungerete appena avrete la tanto agognata tessera nel portafogli! 😉

  2. Questa è l’Inghilterra che adoro! Le tue bellissime foto mi stanno strappando tanti sospiri, perché dopo mesi inchiodata davanti al computer a lavorare, mi sembra di avere dimenticato cosa significa respirare aria pura, prendere un tè con gli scone in un posticino d’altri tempi, guardare il paesaggio, così, semplicemente. E camminare nella natura. O in una fiaba, in questo caso. Nemmeno io posso noleggiare macchine… perché non guido, e non ho autisti volenterosi e innamorati di questi luoghi 🙁 Ma chissà che si possa trovare il modo di andarci comunque!

    1. Cara Ilenia, le mie foto racconteranno anche l’Inghilterra che tanto ami, ma le tue parole sanno risvegliarne tutto il sapore. Avverto tutta la tua stanchezza e la voglia di evasione, spero tanto che il momento di staccare la spina arrivi presto anche per te. L’auto è sicuramente il mezzo migliore per la libertà che da, ma i Cotswolds sono visitabili anche con altri mezzi, partendo pure da Londra.. quindi, mai dire mai! 😘

  3. Hai ragione è proprio un paesino bellissimo! Abbiamo avuto la fortuna di visitare tutta la zona pochi mesi fa e abbiamo scoperto un’Inghilterra diversa dal solito e più caratteristica rispetto a Londra e dintorni.

    1. Ciao Giulia! Fino a poco tempo ogni ritorno in Inghilterra per me significava andare a Londra – perchè l’adoro e mi manca tantissimo – poi mi sono lasciata convincere a fare qualcosa di diverso e baaammm: amore a prima vista! Ora sono aperta a qualsiasi gita fuori la capitale, anche se Londra rimane la città del mio cuore 😉

    1. E’ vero Celeste, lo hai mancato per un pelo! Del resto quella zona seconda me è fantastica, dai Cotswolds, Bath fino ad arrivare ad Oxford si viaggia praticamente attraversando un mondo fatto di colline, campagna verdissima e paesini incantati. Ci tornerai, ne sono sicura, o quantomeno te lo auguro!

  4. Stamattina mi hai ridato il buonumore con queste foto! Per il momento il Regno Unito non rientra nel mio raggio d’azione, come si dice…Sua Maestà può attendere 😛 però segno tutti i tuoi post perchè voglio scattare esattamente le foto che hai fatto tu (si fa per dire, ci provo)!
    Buona giornata 😉

    1. Tranquilla Daniela, ci penso io a tenere compagnia a zia Elisabetta, però sappi che sta iniziando a spazientirsi perché non ti vede da un sacco di tempo!
      Grazie per essere passata di qua intanto. Buona giornata! 😉


Dimmi la tua!