Barcellona in 3 indirizzi

E’ cosa risaputa che la cucina spagnola è una delle invenzioni più belle di questo mondo.

Quindi, se il lato mangereccio è un aspetto fondamentale dei miei viaggi, in Spagna lo diventa ancora di più. E se per altre destinazioni è più la curiosità che stimola il mio appetito, in Spagna è la golosità: ottimo cibo, in quantità abbondanti e prezzi decisamente contenuti.

Solitamente preferisco mangiare una cosa veloce a pranzo e mettere le gambe sotto al tavolo solo a cena, ma nel weekend barcellonese non mi sono mai tirata indietro quando  – almeno due volte al giorno – mi è stato proposto di accomodarmi e mangiare come non ci fosse un domani, a prescindere dall’ora.

Questi sono i tre posti che più mi sono piaciuti e che consiglierei a chi mi chiedesse dove mangiare a Barcellona: il primo, scoperto per caso un pomeriggio, è quello in cui sono tornata il giorno dopo per fare colazione; il secondo ha fatto da sfondo ad un pranzo domenicale con un compagno di scuola che vive a Barcellona ormai da diversi anni e ha tirato su famiglia; e il terzo ci è stato suggerito da un collega spagnolo originario proprio della città di Gaudí.

.

Colazione da Baluard

[Praktik Bakery Hotel, Carrer de Provença 279]

dove mangiare a BarcellonaBaluard è una panetteria, al pianterreno dell’hotel Praktik Bakery, dove il profumo del pane caldo, dei cornetti appena sfornati, delle creme speziate e del burro fuso si diffondono in tutto l’ambiente, fino ad invadere il marciapiede.

Gli abitanti del quartiere vengono qui anche solamente per comprare il pane, ma è davvero difficile non fermarsi a fare colazione e non approfittare dell’infinità di dolci esposti in vetrina: è il modo perfetto per risvegliare dolcemente tutt’e cinque i sensi.

L’ambiente è minimal, in stile post-industriale, con grandi vetrate e colonne d’acciaio.

Le pareti sono coperte di mattoncini scuri e un grande scaffale sul muro centrale, in fondo al locale, accoglie decine di vasetti bianchi dai quali spuntano piante di tutti i tipi.

Ci si può accomodare su un grande panca imbottita, sul sofà di pelle scura o ad un tavolino nello spazio all’aperto sul retro: è quest’ultimo che offre un affaccio privilegiato sul laboratorio nel quale prendono forma le delizie che vi riempiranno gli occhi e lo stomaco.

Pranzo Chiringuito las Sardinitas

[Avenida del Litoral 36]

Qui la parola d’ordine è pesce, in tutte le varianti dei piatti tipici spagnoli: il menù spazia da un’infinità di tapas alla paella, al polpo alla gallega ad una semplice grigliata di pesce. Tutto in porzione extralarge.

dove mangiare BarcellonaQuesto ristorante è una grande terrazza che da sul mare, sensazione che resta anche nel caso in cui non si è abbastanza fortunati da trovare un tavolo all’aperto.

L’atmosfera è rilassata, il bianco il colore dominante, i tavoli di legno verniciato, le sedie tutte diverse e i lampadari borse di paglia capovolte.

E’ un posto che sa d’estate e di domeniche al mare, di sabbia appiccicata sui piedi e di infradito, di chiacchiere in allegria.

Cena a El National

[Passeig de Gràcia 24 Bis]

La location è meravigliosa: questo ristorante si trova infatti all’interno di un edificio industriale della seconda metà dell’Ottocento, alla fine di una piccola traversa di Passeig de Gràcia.

La grande sala è suddivisa in 4 aree principali: carne, pesce, tapas & riso e, infine, fast-deli, ognuna facilmente riconoscibile dallo stile particolare con cui la zona è arredata, mantenendo il liberty come file rouge di tutto il locale.

dove mangiare a Barcellona_el national

dove mangiare a Barcellona_el national 2

Di questo luogo, oltre alla fantastica carne de la Braseria, ho adorato perfino il bagno, il quale ha come anticamera un angolo con una serie di toelette da trucco bianche che ricordano quelle dei camerini delle attrici di teatro.

Qui i prezzi sono un po’ sopra la media, ma la grande varietà dell’offerta sicuramente aiuta a trovare un compromesso tra il gusto e il conto: è inoltre possibile dare un’occhiata al menù di ogni area-ristorante sul sito ufficiale (i link al titolo del paragrafo per ogni locale) se proprio volete evitare sorprese!

Che dite, vi è venuta fame?

Francesca

Francesca

Amante del caffè in tutte le sue forme, l'importante è che sia rigorosamente senza zucchero. Expat seriale. Innamorata del mondo in ogni sua sfumatura e latitudine, ha perso il cuore in Africa, ma finisce col cercarlo sempre in altri posti. Ne parla poco, ma ha un debole per Londra e il Medioriente.

RELATED ARTICLES

Vienna: 5 esperienze per un weekend speciale
Lavaux, una terrazza sospesa nel blu

4 thoughts on “Barcellona in 3 indirizzi

  1. Mi è venuta sì fame! Noi a Barcellona siamo stati sempre nel locale di fronte all’albergo, comodo, piatti buoni ma niente di che, e una volta a pranzo ci hanno fregati sulla Rambla, nel senso che abbiamo pagato troppo. Segno tutto per un’eventuale prossima volta 🙂


Dimmi la tua!