CHICCHI D’ORO

I chicchi d’oro sono le parole dei compagni di viaggio incontrati sulle strade del mondo che rimangono impresse nella memoria e che riporto a casa con me come doni preziosi.

Stanotte sono andato via di qua alle 2 per arrivare in motorino a casa alle 4 e ripartire alle 6 per tornare di nuovo a lavoro. E’ dura, ma li fuori c’è la fila per avere un posto di lavoro cosi buono! –

Lucy, cameriere del nostro hotel di Bali (Settembre 2012)

Per poterla sposare devo donare 5 mucche alla sua famiglia. Ogni mucca costa 700 euro, ma io sono furbo: ne compro due e le faccio figliare!

Dixon, safari guide in Kenya (Settembre 2013)

La Bintang è acqua, ma per i Balinesi, che non hanno mai provato altre birre, è la migliore del mondo! –

Putu, driver a Bali (Settembre 2012)

Se vedi un avvoltoio in volo, in attesa, presto vedrai anche un leone che sta mangiando.

Dixon, safari guide in Kenya (Settembre 2013)

“Aiuuuuuto!” sono sicuro che non è italiano, è cinese!

Daud, coinquilino afghano a East Ham (Londra 2004)

La mattina vi vedo tutti sdraiati a prendere il sole con la Lonely Planet in mano e poi non sapete nemmeno chi è il Presidente del Kenya!

Beach Boy in Kenya (Settembre 2013)

Benvenuti nel mio ufficio!

Guida nel Grand Canyon, spalancando le braccia al cielo (2014)

Sei giovane ed indipendente: il mondo è nelle tua mani. Non hai motivo di essere triste.

Aurora, un’amica francese di East Ham (Londra, qualche giorno prima di rientrare in Italia, Settembre 2005)

Ragazze, fate bene a viaggiare ed è meglio che lo facciate subito: prima o poi la Natura ci chiederà il conto per tutto questo inquinamento.

AID Worker inglese per la Croce Rossa (Amsterdam, Giugno 2010)

Dimmi la tua!