Ubud, dove la natura è arte #2

La Sacred Monkey Forest è una riserva naturale la cui foresta è composta da 115 diverse specie di alberi, animata da centinaia di macachi a coda lunga, che cercano di portare via qualsiasi cosa sia a portata di mano, con particolare predilezione per bottiglie d’acqua, occhiali da sole ed, ovviamente, cibo di qualunque tipo.

Nel cuore della foresta, si erge uno dei tre templi, ormai fuso con la vegetazione circostante, quasi indistinguibile per via del muschio che lo ricopre. Improvvise sculture in pietra di animali, mostri sacri e divinità, fanno capolino tra il fogliame e le radici e rivelano, con la loro maestosa presenza, il lavoro dell’uomo e la sua capacità di fondere l’arte con la natura.

ubud 3

DSC_2497

Francesca

Francesca

Amante del caffè in tutte le sue forme, l'importante è che sia rigorosamente senza zucchero. Expat seriale. Innamorata del mondo in ogni sua sfumatura e latitudine, ha perso il cuore in Africa, ma finisce col cercarlo sempre in altri posti. Ne parla poco, ma ha un debole per Londra e il Medioriente.

RELATED ARTICLES

Organizzare un viaggio in Oman: le domande più frequenti

Organizzare un viaggio in Oman: le domande più frequenti

Il viaggio di cui ho scritto che incuriosisce maggiormente i lettori di questo blog è senza dubbio quello in Oman.

READ MORE
In Pictures: cartoline da Sur

In Pictures: cartoline da Sur

Share Tweet Share Pin Email

READ MORE

Dimmi la tua!